Laboratorio di Allergologia e Immunologia

Recapiti utili

06.6646.4495 - Ufficio Informazioni

Attività

Il laboratorio di Immunologia ed Allergologia è particolarmente impegnato nella ricerca dei meccanismi patogenetici e nella messa a punto di sistemi diagnostici ed approcci terapeutici innovativi per le malattie immunomediate della cute di natura allergica (quali dermatite allergica da contatto, dermatite atopica, orticaria) ed autoimmunitaria (quali la Sclerodermia e il Lupus).

Nell'ambito delle patologie allergiche è stato messo a punto un nuovo test in vitro (test di attivazione dei basofili) basato sulla valutazione citofluorimetrica dell'espressione del CD63 e/o del CD203c dopo attivazione dei basofili in risposta a stimoli allergenici, particolarmente utile a:

  • identificare i pazienti con Orticaria Cronica Autoimmune;
  • valutare la reattività cellulare in corso di allergia a farmaci e/o alimentare in casi selezionati in cui non sempre le classiche metodiche allergologiche offrono risultati clinicamente interpretabili.

Alcuni studi retrospettivi e prospettici hanno messo a confronto la sensibilità allergenica e la sintomatologia clinica, la correlazione tra la gravità della sintomatologia e il grado di positività dei tests diagnostici con particolare attenzione alla prevalenza dei singoli allergeni rispetto al sintomo, mediante test in vivo e in vitro al fine di valutarne l'effettiva utilità diagnostica.

Lo studio immunologico di pazienti con dermatite atopica, particolarmente in età pediatrica, ha permesso di identificare e descrivere nuovi marcatori sierologici (citochine e chemochine) utili a valutare sia la gravità di malattia che la risposta a strategie terapeutiche innovative in correlazione con indici clinici di malattia (SCORAD).

Nell'ambito delle dermatiti da contatto allergiche, patologie estremamente diffuse con importanti ripercussioni sul SSN, gli studi presso il nostro laboratorio hanno contribuito in modo determinante nella definizione dei meccanismi patogenetici principali della malattia allergica, come pure dei meccanismi immunoregolatori che impediscono, nel soggetto sano, l'insorgenza di patologie allergiche cutanee verso sostanze chimiche a basso peso molecolare. Questi studi hanno consentito lo sviluppo di test diagnostici in vitro per l'allergia da contatto ai metalli, mentre sono in corso di studio la definizione di approcci immunoterapici innovativi per la cura dell'allergia al nichel.

Il laboratorio inoltre si occupa di valutare l'incidenza, il valore diagnostico e prognostico degli autoanticorpi nelle patologie autoimmuni sistemiche mettendo a confronto le diverse metodiche attualmente disponibili in vitro, ed elaborando alcune linee guida per la corretta diagnosi sierologica dell'autoimmunità nell'ambito della continua collaborazione con il gruppo di studio interdisciplinare per le malattie autoimmuni (FIRMA).