IDI - Istituto Dermopatico dell'Immacolata

Il tumore al seno è il tumore più diffuso e diagnosticato fra le donne. È una neoplasia maligna che scaturisce dalla proliferazione incontrollata delle cellule che costituiscono il tessuto mammario o i dotti lattiferi della mammella. Anche se si tratta di una insorgenza molto rara, anche gli uomini possono sviluppare cancro al seno.

presenza di un nodulo sulla mammella o sotto l’ascella; modifiche nella forma e dimensione del seno; cute a buccia d’arancia; presenza di fossette cutanee; arrossamento; dolore; secrezioni diverse dal latte; desquamazione della pelle;

L’ambulatorio di Oncologia rappresenta un importante elemento di congiunzione tra il territorio e la realtà ospedaliera.

La visita ambulatoriale può rappresentare il primo incontro del paziente con una realtà diversa e inattesa, per questo viene effettuata talvolta in equipe in relazione alle diverse esigenze del paziente e/o della patologia ad esso riferita (psicologo, fisioterapista, genetista, endocrinologo, ecc. ecc.).

Le patologie di maggior riscontro sono rappresentate dai tumori solidi, in particolare tumori mammari, gastrointestinali, polmonari, neuroendocrini e sarcomi dei tessuti molli, genito-urinari e tumori cutanei con particolare attenzione al melanoma.

La Medicina Generale si occupa della prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie di tutti gli organi interni e quindi delle malattie cardiovascolari, gastro-intestinali, genito-urinarie, respiratorie, muscolo-scheletriche, reumatologiche, metaboliche e neurologiche.

La presa in carico da parte del Medico Internista è particolarmente utile nel caso di pazienti che richiedano un inquadramento clinico generale da parte di un medico capace di guardare al paziente nella sua globalità o che, già seguiti da altri specialisti, abbiano bisogno di un professionista esperto nella gestione di casi complessi e con polipatologie croniche ad alto rischio di complicanze.

Nell’Ambulatorio si esegue la visita specialistica di medicina interna.
Se necessario vengono prescritti approfondimenti diagnostici, al paziente viene consegnata una relazione per il medico curante con i suggerimenti terapeutici.

Presso l’ambulatorio di Chirurgia Plastica vengono effettuate visite chirurgiche ed interventi ambulatoriali per il trattamento di:

  • Neoplasie cutanee benigne che richiedono l’asportazione estetica mediante tecniche di chirurgia plastica
  • Neoplasie maligne epiteliali (epitelioma, basalioma) e neoplasie di tessuti molli (dermatofibroma, sarcoma)
  • Neoplasie del volto (trattate mediante tecnica di onco-plastica facciale)
  • Melanoma (asportazione, ampliamento, biopsia del linfonodo sentinella e linfoadenectomia radicale)
  • Esiti cicatriziali post-traumatici
  • Complicanza di pregressi interventi chirurgici (laparocele, ernia, diastasi dei muscoli retti)
  • Malformazioni congenite
  • Esiti cicatriziali da ustione
  • Radiodermite
  • Ulcere da decubito
  • Ulcere post-traumatiche
  • Nevi giganti congeniti
  • Alopecia congenita o acquisita del cuoio capelluto
  • Postumi di chirurgia bariatrica
  • Sequele di cali ponderali

La Chirurgia Generale, oltre alla diagnosi e al trattamento di tutte le patologie di interesse della disciplina, collabora strettamente con la divisione di oncologia medica integrando il percorso diagnostico-terapeutico dei pazienti oncologici.

I settori di pertinenza della Chirurgia Generale sono:

  • chirurgia del collo e della tiroide
  • chirurgia laparoscopica e mini-invasiva
  • chirurgia dell’apparato digerente
  • chirurgia dello stomaco
  • chirurgia epato-biliare
  • chirurgia colo-rettale
  • chirurgia senologica
  • chirurgia delle ernie e della parete addominale
  • chirurgia proctologica
  • chirurgia rene e surrene
  • chirurgia patologie linfonodali
  • chirurgia melanoma metastatico