Prevenzione solare: come proteggersi dai raggi solari
IDI e Avis Roma firmano un protocollo d’intesa per la “salute” del paziente
L’IDI aderisce al Codice Etico di autodisciplina in favore della maternità

Scopri le Aree mediche 

Diagnostica

Prenota gli esami diagnostici, sicuro dell’avanzata tecnologia dei nostri laboratori e dell’eccellenza dei nostri medici.

Visita i reparti di degenza IDI e scopri l’accoglienza che riserviamo agli ospiti delle nostre sedi.

Consulta l’elenco completo degli ambulatori IDI, per conoscere i servizi e le prestazioni che possiamo offrirti.

Conosci IDI Home, il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata pensato per i pazienti che richiedono un’assistenza post-ospedaliera.
L’unità operativa semplice comprende gli ambulatori: tricologia, alopecia e patologia ungueale; acne; laserterapia dermatologica; dermatologia estetica e correttiva; rimozione tatuaggi e dermatosi correlate.

IDI Channel

#Vitiligine
Play Video
Caricato il 5 Aprile, 2024
Durata 4 min e 06 sec

La vitiligine è una patologia cutanea cronica caratterizzata dalla perdita di pigmento nella pelle, causando la comparsa di chiazze bianche o depigmentate. Il Prof. Mauro Picardo, Dermatologo presso l’Istituto Dermopatico dell’Immacolata, approfondisce le caratteristiche della vitiligine e presenta i nuovi approcci terapeutici e il percorso di cura multidisciplinare presente in Istituto.

 

Vitiligine: sintomi e cause

Questa patologia deriva da una risposta autoimmune in cui il sistema immunitario attacca erroneamente le cellule pigmentate della pelle, chiamate melanociti.

Nonostante la sua non pericolosità per la salute fisica, la vitiligine può avere un impatto significativo sul benessere psicologico e sulla qualità della vita dei pazienti.

Le cause esatte della vitiligine non sono completamente comprese, ma si ritiene che vi sia una combinazione di fattori genetici, autoimmuni e ambientali. L’aspetto distintivo della malattia è la comparsa di chiazze bianche irregolari sulla pelle, spesso in aree esposte al sole come il viso, le mani e le articolazioni.

Può verificarsi in qualsiasi età e colpire tutte le etnie, ma è più evidente nelle persone con carnagione più scura. La condizione non è contagiosa, ma la stigmatizzazione sociale può creare sfide emotive per chi ne è affetto. La diagnosi di solito si basa sull’osservazione clinica, e non esistono cure definitive.

Tuttavia, negli ultimi anni, sono emerse terapie topiche e sistemiche che mirano a ripristinare la pigmentazione della pelle.

La gestione della vitiligine coinvolge spesso l’uso di creme corticosteroidi, fototerapia e, in alcuni casi, chirurgia di trapianto di melanociti. L’approccio terapeutico varia a seconda dell’estensione e della gravità delle lesioni.

La consapevolezza pubblica e la comprensione della vitiligine sono cresciute, ma rimane un bisogno critico di sensibilizzazione per sfatare miti e ridurre il pregiudizio nei confronti di chi vive con questa condizione.

Presso l’Istituto Dermopatico dell’Immacolata è possibile accedere all’ambulatorio della Dermatologia Clinica per una visita approfondita sulla vitiligine: clicca qui

 

Terapie e prospettive future

In Europa è stata ufficialmente registrata la prima crema specifica per il trattamento della patologia, segnando un significativo passo in avanti. Altre sperimentazioni sono in corso, come farmaci sistemici che offrono prospettive incoraggianti per i pazienti.

AdobeStock 512322056 1 scaled

Le prospettive future sono ancor più promettenti con le attuali sperimentazioni cliniche sui farmaci sistemici. Questi studi aprono la strada a nuovi approcci terapeutici che potrebbero rivoluzionare il trattamento della vitiligine nei prossimi anni. La ricerca scientifica si concentra non solo sulla gestione dei sintomi ma anche sulla comprensione approfondita delle cause alla base della vitiligine, al fine di sviluppare terapie più mirate ed efficaci.

Questi progressi scientifici sono di fondamentale importanza per offrire soluzioni più avanzate e personalizzate ai pazienti. La ricerca continua a gettare le basi per un futuro in cui la vitiligine possa essere gestita in modo più completo ed efficace, migliorando la vita dei pazienti.

#Istopatologia
Play Video
Caricato il 13 Marzo, 2024
Durata 2 min e 30 sec

L’istopatologia è una branca della medicina che si occupa dello studio delle alterazioni cellulari e tessutali. Il Dr. Siavah Rahimi, Direttore dell’Unità Operativa Complessa del laboratorio di istopatologia dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata, illustra e delinea il ruolo centrale dell’istopatologia e dell’anatomia patologica nella diagnosi e nella prevenzione delle patologie e delle condizioni cliniche complesse.

 

Il ruolo cruciale dei laboratori di istopatologia

I laboratori di istopatologia sono il cuore della diagnosi medica. Tecnici specializzati e patologi lavorano insieme per analizzare i campioni di tessuto, fornendo informazioni cruciali ai medici per la gestione e il trattamento dei pazienti.
L’esame istopatologico inizia con la ricezione dei campioni dai reparti clinici. I campioni vengono quindi preparati attraverso una serie di procedure prima di essere osservate al microscopio.

 

Gli esami di anatomia patologica

La tempistica per un esame istologico può variare a seconda della complessità del caso e della priorità assegnata dal medico richiedente. Tuttavia, in genere, il processo completo può richiedere da alcuni giorni a una settimana.
Gli esami di anatomia patologica si suddividono in diverse categorie, ciascuna delle quali fornisce informazioni uniche sulla natura e la gravità della malattia.

 

Istopatologia e prevenzione

Oltre a diagnosticare le malattie, l’istopatologia riveste un ruolo fondamentale nella prevenzione. La diagnosi tempestiva e accurata delle condizioni precancerose, ad esempio, consente interventi precoci che possono salvare vite e migliorare la qualità della vita dei pazienti.
L’istopatologia rappresenta un pilastro fondamentale della medicina moderna, fornendo una panoramica dettagliata delle condizioni patologiche attraverso l’analisi microscopica dei tessuti. Grazie alla sua precisione e affidabilità, questa disciplina continua a guidare la diagnosi, il trattamento e la prevenzione delle malattie, garantendo un futuro più sano per tutti.

#Angiomi
Play Video
Caricato il 2 Febbraio, 2024
Durata 4 min e 09 sec

Gli angiomi rappresentano un vasto gruppo di anomalie vascolari, comprendendo sia tumori vascolari che malformazioni vascolari. Il  Dr. Giuseppe Bianchini, specialista in Chirurgia Vascolare presso l’Istituto Dermopatico dell’Immacolata, esamina e  approfondisce le cause, i sintomi e le cure multidisciplinari disponibili per affrontare queste rare malattie congenite.

Cosa sono gli angiomi?

Sono comunemente noti come anomalie vascolari, suddivise in due categorie principali secondo la classificazione dell’ISSVA:

  1. Tumori vascolari: come suggerisce il nome, sono patologie tumorali dei vasi sanguigni. Possono essere di natura benigna (emangiomi), più raramente di natura maligna (emangioendoteliomi, angiosarcomi).
  2. Malformazioni vascolari: sono patologie malformative dei vasi sanguigni. A seconda dei vasi coinvolti, si distinguono diversi sottotipi che presentano caratteristiche differenti e quindi richiedono trattamenti differenti: malformazioni capillari, venose, linfatiche, artero-venose, miste o combinate.

 

Quando compaiono?

Spesso gli angiomi sono già evidenti alla nascita, ma in molti casi possono avere una manifestazione tardiva: durante l’infanzia, in età giovanile o persino in età adulta. Ciò accade soprattutto per le malformazioni vascolari a localizzazione profonda, meno evidenti all’esame clinico esterno.

Alcuni tumori vascolari, detti “emangiomi neonatali”, mostrano una fase di crescita rapida che generalmente si protrae fino all’età di circa 1 anno e poi regrediscono lentamente nel volgere di alcuni anni.

Le malformazioni vascolari, essendo di natura “malformativa”, sono permanenti cioè persistono tutta la vita. Generalmente presentano una crescita moderata proporzionale allo sviluppo corporeo, anche se alcuni sottotipi (le malformazioni “artero-venose”) possono aumentare rapidamente di dimensioni.

 

Angiomi 2

 

Quali sintomi determinano gli angiomi?

A volte, al di là delle alterazioni estetiche, gli “angiomi” sono completamente asintomatici. Nelle forme più estese e profonde, il paziente può accusare sintomi molto intensi. I disturbi più frequenti sono il dolore e i problemi funzionali. 

 

Che complicanze possono causare?

Le anomalie vascolari possono causare diverse complicanze, anche molto gravi. Sono descritti nella letteratura medica vari eventi avversi come trombosi, embolie, emorragie, infezioni, ulcerazioni (piaghe) cutanee.

 

Gestione clinica e trattamenti

La gestione clinica degli angiomi è estremamente difficile per i seguenti motivi:

  • sono malattie rare, la cui conoscenza è tuttora parziale e incompleta
  • si tratta di patologie complesse, spesso molto estese, che possono coinvolgere diversi organi e apparati
  • sono patologie gravi, che possono causare notevoli danni estetici e funzionali nonché complicanze molto pericolose, anche letali
  • la diagnosi e il trattamento sono estremamente difficoltosi e richiedono una grande esperienza e una preparazione specifica nel campo degli “angiomi” (definibile “ultra-specialistica”).

Pertanto è necessario che il paziente sia preso in carico da un team multidisciplinare  costituito da diversi specialisti esperti nel settore.

Attualmente in Italia esistono pochissimi centri dedicati alle anomalie vascolari e per di più si tratta di Centri Pediatrici, che non possono fornire assistenza e cure ai pazienti maggiorenni.

L’Istituto Dermopatico dell’Immacolata può contare sull’esperienza ultra-specialistica maturata presso la UOC di Chirurgia Vascolare, che da numerosi anni si è dedicata elettivamente alla diagnosi e al trattamento delle anomalie vascolari.

Inoltre l’Istituto si avvale delle competenze specifiche nel campo degli “angiomi” di diverse figure professionali (Chirurghi Plastici, Dermatologi, Radiologi etc.) che, in sinergia tra loro, possono garantire lo svolgimento di un percorso diagnostico-terapeutico multidisciplinare di altissima qualità.

 

Scopri di più sul nostro centro dedicato: Centro angiomi, anomalie e malformazioni vascolari

In evidenza

Utilizza il nostro glossario medico per trovare

Informazioni sulle Patologie

Alfabeto patologie
Scopri

Le strutture della Fondazione

Lavora con noi
Se cerchi un’opportunità di carriera e di crescita professionale, IDI è la scelta giusta.

Assicurazioni e Convenzioni

dove siamo

Le sedi IDI

App mobile IDI
Siamo sempre vicino a te, anche in mobilità
Resta

Sempre Informato

Iscriviti alla nostra Newsletter

DONA IL TUO 5×1000 ALLA RICERCA

IDI Cura e Ricerca per la salute di tutte le persone

CODICE FISCALE
97831400581

DONA IL TUO 5×1000 ALLA RICERCA 

IDI Cura e Ricerca per la salute di tutte le persone

CODICE FISCALE
97831400581

DONA IL TUO 5×1000 ALLA RICERCA

DESTINA il tuo 5×1000 alla ricerca IDI 

IDI Cura e Ricerca per la salute di tutte le persone

CODICE FISCALE
97831400581

DONA IL TUO 5×1000 ALLA RICERCA

DESTINA il tuo 5×1000 alla ricerca IDI 

IDI Cura e Ricerca per la salute di tutte le persone

CODICE FISCALE
97831400581